Libri

HL7, Principi di modellazione

Il Player richiede FlashPlayer 9

Get Adobe Flash Player

Prova questo link. Se incontri qualche problema dopo aver installato il Flash Player prova questo altro link:

Get Adobe Shockwave Player

L’applicazione delle tecnologie informatiche è da anni uno dei punti predominanti nella ricerca e nello sviluppo del contesto sanitario, perché costituisce un potente mezzo per rafforzare l’impiego di strumenti atti, tra l’altro, a realizzare sistemi e servizi sanitari di alta qualità, migliorare la sicurezza del paziente, creare le condizioni perché cittadini e pazienti siano ben informati sul proprio stato di salute, e, al contempo, affrontare la competizione internazionale nel settore sanitario.

INDICE

5 - Prefazione a cura di Massimo Mangia

9 - Capitolo 1 - Introduzione
a cura di Stefano Dalmiani 

11 - 1.1 Storia di Health Level Seven (HL7)
13 - 1.1.1 Principi di base di HL7
16 - 1.1.2 HL7 versione 2 e versione 3
17 - 1.2 Principi di funzionamento di HL7 V2.x
25 - 1.3 HL7 V3
28 - 1.4 Nuovo approccio metodologico

31 - Capitolo 2 - Concetti base di modellazione UML

32 - 2.1 Modello dei Casi d’Uso
33 - 2.1.1 Elementi grafici di un modello di casi d’uso
35 - 2.1.2 Relazioni
37 - 2.1.3 Descrizione di un caso d’uso
39 - 2.2 Modello informativo
40 - 2.2.1 Elementi grafici di un modello informativo
42 - 2.2.2 Classi e oggetti
42 - 2.2.3 Relazioni
45 - 2.2.4 Attributi
46 - 2.2.5 Tipi di dato
47 - 2.2.6 Descrizione del comportamento di una classe: il diagramma degli stati
48 - 2.2.6.1 Elementi grafici di un diagramma degli stati
49 - 2.3 Diagramma di attività
50 - 2.3.1 Elementi grafici di un diagramma di attività
52 - 2.4 Modello di interazione
53 - 2.4.1 Elementi grafici di un diagramma di sequenza
55 - 2.4.2 Diagramma di sequenza

57 - Capitolo 3 - Modellazione con Healthcare Development Framework (HDF)
57 - 3.1 Sintesi di MDF
61 - 3.2 Sintesi di HDF
63 - 3.3 Definizione dei requisiti e processo di analisi: il Domain Analysis Process (DAP)
66 - 3.3.1 DAP passo 1a (Analyze Business Context) - risultato 1a del DAM (Storyboard)
69 - 3.3.2 DAP passo 1b (Analyze Use Cases) - risultato 1b del DAM (Use Case Analysis)
74 - 3.3.3 DAP passo 2 (Analyze Information Exchanged) - risultato 2 del DAM (Information Model)
76 - 3.4 Progettazione del sistema: il Specification Design Process (SDP)
80 - 3.4.1 Il Reference Information Model (RIM )
81 - 3.4.1.1 Classe Entity
82 - 3.4.1.2 Classe Act
87 - 3.4.1.3 Classe Role
90 - 3.4.1.4 Classe Participation
92 - 3.4.1.5 Classe ActRelationship
93 - 3.4.1.6 Classe RoleLink
93 - 3.4.1.7 Il RIM complessivo
94 - 3.4.2 SDP passo 1 - risultato 1 del SDM (Design Information Model)
96 - 3.4.3 SDP passo 2 - risultato 2 del SDM (Design Dynamic Model)
101 - 3.5 Sviluppo: lo Standard Profiling Process (SPP) e Technology Specification Process (TSP)
102 - 3.5.1 Profilo HL7 e schema XML
103 - 3.6 Differenze tra MDF e HDF

105 - Capitolo 4 - Strumenti software forniti da HL7 per la generazione di messaggi
106 - 4.1 I tool della comunità HL7
108 - 4.2 I tool basati su UML 2
108 - 4.2.1 HL7 Static Model Designer
109 - 4.2.2 Rational Software Modeler
111 - 4.2.3 Analisi comparativa dei tool

Appendice

Indice delle figure

Indice delle tabelle

Riferimenti Bibliografici

Acronimi e definizioni

Codice: 
105
Prezzo: 
€18.00
Pagine: 
118
Formato: 
15 x 21
Rilegatura: 
Brossura